<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=406009&amp;fmt=gif">

Fatturazione elettronica obbligatoria: 3 cose da sapere sull’archiviazione

24 ottobre 2018 / da Sara Pedrini

Fatturazione elettronica obbligatoria: 3 cose da sapere sull’archiviazione

1°gennaio 2019. Il “punto di non ritorno”. 

Da questa data, infatti, la fatturazione elettronica sarà obbligatoria in molti settori professionali, in particolar modo per i fornitori delle PA. Questo significa che aziende e privati dovranno adeguarsi alla produzione, trasmissione e conservazione delle fatture attraverso un sistema digitale, ma soprattutto, questo significa che dovranno trovare un modo sicuro per archiviare i dati di fatturazione, proteggerli e mantenerli GDPR compliance.

Ecco come fare.

 1. Addio Carta! 

La tecnologia può certamente incutere timore, specialmente quando si parla dei propri soldi e della propria fiscalità, ma ti assicuriamo che la fatturazione elettronica ha dei vantaggi competitivi nei confronti del cartaceo. 

Prima di tutto, carta significa volume, quindi la necessità di ampi spazi all’interno del tuo ufficio o della tua azienda dove archiviare tali documenti, se non altro per adempiere alle normative nazionali, che impongono la reperibilità delle informazioni per un determinato numero di anni dalla loro erogazione. 

In secondo luogo, carta significa costi di stampa, in termini di materiali quali inchiostro, la carta stessa e tutti gli strumenti necessari. 

Infine, ma non ultimo per importanza, carta può significare (dipende anche dal tempo che riesci a dedicare all’organizzazione di tale attività) una maggiore facilità di smarrimento dei documenti o una maggiore difficoltà di reperibilità degli stessi.

 

2. I Vantaggi della Digitalizzazione

L’obbligo della fatturazione elettronica ha il compito di far emettere documenti fiscali interamente tracciabili, prevenendo in maniera importante l’evasione fiscale. 

Ma non solo, tale dematerializzazione ha numerosi vantaggi anche per tutti i titolari di Partita IVA:

  • guadagni tempo e denaro;
  • riduci i margini di errore nella lavorazione dei dati;
  • riduci il periodo di accertamento per l’IVA e le imposte dirette;
  • riduci i tempi dei rimborsi IVA;
  • sei esonerato dal modello Intrastat;
  • sei esonerato dalla comunicazione delle fatture ai fini dello spesometro;
  • eviti la possibilità di rilavorazione dei dati;
  • hai la certezza che le informazioni vengano condivise con tutte le parti coinvolte, con una più veloce e semplice fruibilità del dato.

A questo punto non rimane che parlare del sistema di archiviazione per mantenere i dati reperibili, sicuri e GDPR compliance.

3. Più Sicurezza in Cloud

Il cloud ti permette di archiviare e utilizzare i tuoi dati in qualsiasi momento, ovunque tu sia, in tutta sicurezza.  Il cloud data center ha un livello di sicurezza decisamente più alto rispetto a un’infrastruttura on site, in quanto difficilmente, visti i grandi investimenti di cui necessita, il livello che riesce a garantire un cloud provider può essere raggiunto da una singola impresa. 

Un cloud provider, infatti, investe tantissimo e continuamente sia in sicurezza informatica, con controlli deterrenti, preventivi, investigativi e correttivi, sia in sicurezza “fisica”, con guardie armate h24 e sistemi di antifurto con 7 livelli di sicurezza.  

Un rapporto sicurezza di archiviazione/reperibilità del dato al momento senza eguali sul mercato. 

Contatta un nostro esperto di archiviazione e fatturazione elettronica per sapere come mettere al sicuro i tuoi dati.  

Trova la soluzione cloud adatta alla tua azienda

Categorie: Cloud Connect

Sara Pedrini

Scritto da Sara Pedrini

Cloud Account Manager ReeVo di recente inserimento nel Team, ma con 11 anni di esperienza in “nuvole e IT”. Nel mio lavoro poter supportare le aziende per trovare le soluzioni tecnologiche migliori è la più grande soddisfazione.

ISCRIVITI AL NOSTRO BLOG

LEGGI GLI UTLIMI ARTICOLI