<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=406009&amp;fmt=gif">

Tutta la verità sulla sicurezza dei Datacenter cloud

03 ottobre 2018 / da Cristina Oliveri

Tutta la verità sulla sicurezza dei Datacenter cloud

Il cervello di ogni azienda. Oggi più che mai la gestione aziendale passa da una corretta manutenzione e un funzionale utilizzo dei propri Datacenter. 

Sempre più realtà investono tempo e risorse in hardware e software. 

Ma la domanda da porsi in questo preciso momento storico è: meglio un Datacenter tradizionale o un Datacenter in cloud? 

Se leggiamo i dati che emergono dalla settima edizione dell’annuale Cisco Global Cloud Index (2016-2021) non ci rimangono troppi dubbi: entro il 2021 il traffico Datacenter cloud rappresenterà il 95% del traffico totale Datacenter, una crescita costante se pensiamo all’88% del 2016. 

Ma quindi, perché scegliere un Datacenter cloud? Non è rischioso per la sicurezza dei miei dati? Assolutamente no, vediamo il perché. 

 

Datacenter tradizionale VS Datacenter cloud 

A differenza di infrastrutture in house, il cloud permette di monitorare periodicamente i consumi e limitarli, offrendoti la possibilità di spegnere le macchine senza preoccuparti dello smaltimento e di altri costi legati all’hardware.

Inoltre, un Datacenter cloud è anche più facile da utilizzare: sempre più imprenditori e aree IT si informano su nuove soluzioni che possano ottimizzare gli investimenti e razionalizzare le risorse, con un aumento delle performance e della produttività.

Gestire e far funzionare queste macchine richiede una grande varietà di servizi tecnologici affinché possano essere interconnesse a livello globale, standard di sicurezza altissimi e continuità operativa H24; inoltre, non banale, parte dei costi vengono allocati al sistema di raffreddamento.

 

La sicurezza del Datacenter cloud 

Una delle diffidenze maggiori nei confronti di questa tecnologia è da sempre la sua sicurezza. 

E’ diffusa l’opinione secondo cui, non avendo “store fisici” in cui io posso depositare e controllare i miei dati, essi sono in pericolo. 

Bene, non è vero. 

Il Datacenter cloud, in realtà, ha un livello di sicurezza molto più alto rispetto a un’infrastruttura in house. 

Per un’azienda un Datacenter tradizionale richiede enormi investimenti in termini di realizzazione, ma soprattutto in termini di mantenimento e sicurezza, investimenti che non tutti possono permettersi, rischiando così di realizzare un lavoro “a metà”.

Un cloud provider, invece, è in grado di offrirti livelli di sicurezza massimi e allo stesso tempo è accessibile economicamente a ogni singola azienda. 

 

Datacenter cloud: diversi livelli di sicurezza 

Un cloud provider investe tantissimo denaro ogni anno in materia di sicurezza, sia a livello informatico che fisico, per offrire un servizio impeccabile a 360°:

  • Vigilanza e controllo con guardie armate;
  • Monitoraggio h24, 365 giorni all’anno;
  • Sistemi di antifurto con 7 livelli di sicurezza;
  • Impianti ridondati e dotati dei più moderni apparati;
  • Aree backup completamente ridondate con sistemi di massima affidabilità per alimentazione e raffreddamento;
  • Ogni ambiente è dotato di sistemi di massima prevenzione contro il rischio incendi;
  • La gestione e la protezione dei dati in infrastrutture certificate ISO 27001;
  • Sicurezza informatica costante, con controlli deterrenti, preventivi, investigativi e correttivi.

 

Il massimo della sicurezza per la migliore tecnologia.  

 

Chiedi una consulenza al nostro esperto per avere maggiori informazioni sulla sicurezza dei Datacenter cloud.  

Trova la soluzione cloud adatta alla tua azienda

 

Cristina Oliveri

Scritto da Cristina Oliveri

Da vent’anni nel settore IT con Vendor e distribuzione per approdare infine al mondo Cloud nel momento più promettente per la proposizione di queste soluzioni. Le mie passioni sono vendere, viaggiare e creare dolci... I denominatori comuni sono tempo, entusiasmo e dedizione.

ISCRIVITI AL NOSTRO BLOG

LEGGI GLI UTLIMI ARTICOLI